29 agosto 2006

Poesie / Non usare il grigio

E l'aria
che non muove parole
sporca di sè e di nuvole
il mio cielo.

Non usare il grigio
per favore

Dipingimi la gioia
di risa spensierate e azzurre
ombre discrete che
non fanno lacrime

Non usare il grigio
per dare contorni netti
al nostro amore

Scegli colori tanti
da evitare
che con la notte possano sparire
questi giorni.

Io ti darò sorrisi
restando ad aspettar
finchè non torni..

4 commenti:

Massimo Botturi ha detto...

il grigio val bene per i giorni tristi, l'amore è colorato. Complimenti per il tuo bel blog
:-)

L'angolo di Chimera ha detto...

Massimo, grazie.
Il grigio a volte può essere utile, ma per come la vedo io solo a far risaltare i milioni di colori di cui è dipinta la vita.

Il 'mio' blog sta prendendo vita anche grazie agli altri amici che ci scrivono sopra.
Una domanda.. : come sei arrivato qui?

Massimo Botturi ha detto...

semplicemente dal link che hai messo al tuo profilo su divinoscrivere.it

Anonimo ha detto...

Eppure ... nella sua tristezza questa poesia vibra di speranza, come il fuoco che, sotto la brace, invisibile ad occhi distratti, continua ad essere vivo anche quando nulla sembra più alimentarlo ... finchè questa speranza rimarrà vera, nessun colore potrà sparire ... e "Lui", a propria volta, non smetterà di ritrovarti per ricominciare quel volo che ha generato quei mille colori.